#ORIZZONTEFANO, IL PIANO STRATEGICO DELLA CITTÀ DI FANO

COS’È?

La pianificazione strategica:

  • è un PROCESSO PARTECIPATO che ha per obiettivo quello di promuovere la costruzione di scenari di sviluppo condivisi attraverso il coinvolgimento diretto delle istituzioni e delle forze economiche e sociali attive sul territorio
  • è un PROCESSO ECONOMICO in cui si mettono a sistema le risorse pubbliche/private della città per raggiungere in modo efficace un obiettivo forte e condiviso
  • rappresenta un PATTO fra amministratori, cittadini e portatori di interesse che concorrono a definire possibili scenari di sviluppo e che si assumono, al termine del processo di pianificazione, la responsabilità realizzativa di quanto emerso nel processo di pianificazione
  • è un ATTO VOLONTARIO che affida il suo successo alla capacità della città di promuovere reti di alleanze attorno ad obiettivi strategici costantemente valutati e condivisi

Le più avanzate esperienze in campo italiano e internazionale dimostrano come l’esito di un processo di pianificazione strategica sia riconducibile principalmente alla QUALITÀ DELLE RELAZIONI tra gli attori in campo, insieme a una forte capacità di GUIDA E COORDINAMENTO del processo.

PERCHÉ SI FA?

Perché la realtà è complessa, i soldi sono pochi, i mandati politici sono brevi. Le politiche tese a tamponare piuttosto che a produrre progettazioni di ampio respiro non sviluppano effetti moltiplicativi di benessere a lungo termine. Vi è quindi la necessità di una riflessione condivisa tra le forze politiche e la cittadinanza attiva, su ciò che Fano vuole diventare. Creato l’orizzonte, ciascuno nel proprio ruolo e momento spende le sue energie presenti quale parte di un processo unitario di sviluppo nel tempo e nello spazio.

Il Piano Strategico costituisce un fattore di vantaggio anche per il settore imprenditoriale. L’orientamento a lungo periodo costituisce, di fatto, un elemento di fiducia percepibile da parte degli attori economici, incentrato sulla condivisione delle scelte intraprese dall’amministrazione locale.

CHI LO FA?

Il Piano Strategico lo fa la città, intesa come comunità collettiva, ricca di saperi e competenze diffusi tra i vari attori: dalle istituzioni pubbliche alle organizzazioni private, dalle associazioni fino ai singoli cittadini. Promuovendo la partecipazione attiva della comunità, il processo di pianificazione strategica intende attivare tale intelligenza diffusa come elemento fondamentale nella riflessione sul futuro della città. In questo processo creativo, ciascun soggetto portatore d’interessi propri contribuisce a creare una visione di sviluppo della comunità locale e a ridefinirne l’identità. L’azione sinergica di tutti gli attori identifica il valore aggiunto del processo.
L’intero processo è coordinato da Sindaco e Giunta, coadiuvati da uno staff interno all’Amministrazione e dal supporto di una società di consulenza esperta nel settore della pianificazione strategica partecipata.

COME SI FA?

Favorendo il coinvolgimento e l’ascolto delle parti sociali al fine di avviare sistematici momenti di confronto per condividere idee e proposte progettuali realizzabili nel breve-medio periodo.

Tale processo, per essere correttamente implementato, si deve basare su un approccio caratterizzato da:

  • negoziazione e partecipazione
  • operatività
  • creazione di consolidate partnership pubblico-private
  • riferimenti alla dimensione territoriale di area vasta
  • aderenza ai principi di sviluppo sostenibile, innovazione e conoscenza
  • inclusività dei processi decisionali
  • estensione almeno decennale dell’orizzonte temporale di riferimento

QUANDO?

La costruzione del Piano strategico di Fano parte con l’Ost FORO URBANO sabato 4 marzo e prosegue per tutto il 2017.

L’iter prevede, entro il 2017:

  • analisi e ricostruzione del quadro di riferimento con l’individuazione dei temi rilevanti
  • coinvolgimento strutturato delle forze attive della città (rappresentanti di istituzioni locali, attori economici, enti e associazioni della società civile) in appositi tavoli di lavoro tematici allo scopo di favorire il riconoscimento di obiettivi comuni e creare nuove reti di cooperazione; il principale prodotto dei dibattiti ai tavoli è la figurazione di scenari, l’individuazione e lo sviluppo delle idee progettuali;
  • redazione del documento di piano

A partire dal 2018:

  • implementazione e monitoraggio delle strategie individuate.

La costruzione del Piano strategico di Fano parte con l’Ost FORO URBANO sabato 4 marzo e prosegue per tutto il 2017.

DOVE?

La cura e l’organizzazione degli spazi fisici e virtuali fanno parte dell’aspetto logistico del processo e ne favoriscono l’efficacia. Nel corso del processo di formazione del piano strategico verranno utilizzati spazi auditorium, spazi laboratoriali, spazi istituzionali, spazi interattivi, spazi espositivi.

Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. More Info | Close